Come è fatto un bilancio?

Come è fatto un bilancio?

Il bilancio di esercizio è un insieme di documenti contabili che ogni impresa deve redigere periodicamente alla fine di ogni esercizio amministrativo.
Il bilancio d’esercizio viene compilato dagli amministratori per determinare il reddito d’esercizio, la situazione patrimoniale e finanziaria dell’impresa al fine di controllarne l’andamento nel tempo. E’ in aggiunta il punto di partenza per il calcolo della tassazione.
Rappresenta per i soci l’unico strumento legale da cui si possano ricavare informazioni sull’andamento contabile della società e, per i creditori, una fonte di informazioni sulla consistenza del patrimonio dell’impresa. Quest’ultimo rappresenta l’unica garanzia per il loro credito.

Esso è formato da tre diverse componenti:

  1. Conto economico
  2. Stato Patrimoniale
  3. Rendiconto finanziario

Il conto economico è il documento contabile del bilancio d’esercizio che mette in contrapposizione i costi e ricavi di competenza, e illustra il risultato economico della gestione di un determinato periodo.

Lo stato patrimoniale è un documento contabile nel quale troviamo il valore dei beni e dei capitali a disposizione di un’azienda.

È formato da due sezioni: le attività, che rappresentano tutti gli investimenti necessari all’azienda per svolgere la propria attività e il modo in cui vengono impiegate e le passività, che rappresentano le fonti degli investimenti.

Il rendiconto finanziario, noto anche come rendiconto delle disponibilità, è un documento finanziario che mostra il flusso di cassa in entrata e in uscita dell’azienda durante un determinato periodo di tempo. Questo rapporto mostra la quantità di denaro che un’azienda riceve e spende in attività operative, di investimento e finanziarie.

Atlas Corporation

Atlas Corporation

Atlas Corp è una società di gestione patrimoniale, differenziata per la sua posizione di proprietario e gestore attraverso le due principali controllate che compongono il portafoglio societario:

  1. Seaspan Marine Corporation -> Locatore di container (il più grande al mondo)
  2. APR Energy Limited -> Locatore di soluzioni per l’alimentazione mobile.

Atlas riguardo la filosofia sulla gestione societaria pone un’attenzione particolare all’impiego di capitale con lo scopo di creare valore sostenibile per gli azionisti. Riunisce un team esperto di gestione patrimoniale con una profonda esperienza operativa e di allocazione del capitale con l’obbiettivo di ottenere rendimenti a lungo termine attraverso asset infrastrutturali di alta qualità nel settore marittimo, nel settore dell’energia e in altre infrastrutture verticali.

ATTIVITÀ

  1. Opera come proprietario e gestore indipendente di navi portacontainer. La società noleggia le sue navi con contratti di noleggio a lungo termine e a tempo determinato a varie compagnie. (Dal 10 marzo 2020 gestisce una flotta di 118 navi)
  2. Fornisce energia a turbina mobile a varie industrie.
  3. Pianifica, finanzia, costruisce e commissiona centrali elettriche permanenti
  4. Fornisce soluzioni personalizzate chiavi in mano che comprendono la progettazione dell’impianto, l’installazione rapida, il bilanciamento dell’impianto e lo smantellamento.

PROFILI SOCIETARI

Seaspan è composta da un gruppo di aziende canadesi che si occupano principalmente di trasporto marittimo costiero, attracco navale (ship docking), scorta navale per contrastare la pirateria (ship escort), riparazione navale e di servizi di costruzione navale. Oltre ai servizi di trasporto marittimo offerti direttamente attraverso Seaspan, i servizi di traghetto commerciale, di cantiere e di bunkeraggio sono forniti tramite società affiliate: Marine Petrobulk, Seaspan Ferries, Vancouver Drydock, Vancouver Shipyards e Victoria Shipyards.

TRASPORTO MARITTIMO E SERVIZI VARI

Seaspan Marine: nata come piccola compagnia costiera, nel 1898, al servizio delle comunità costiere della BC (Columbia Britannica) , Seaspan, si è evoluta diventando un’importante compagnia di trasporto marittimo che serve la costa occidentale del Nord America. Oltre al trasporto marittimo, Seaspan fornisce anche servizi di shipdocking per il porto di Vancouver, Victoria Esquimalt e altri porti della BC oltre che per l’Artico occidentale.

The Seaspan Oceania on her way to the port of Antwerp.

Seaspan Ferries: è un servizio di traghetti commerciali roll-on/roll-off*che fornisce regolarmente trasporti di linea tra il Lower Mainland della British Columbia e i terminal di Nanaimo e Swartz Bay delle Isole Vancouver. Con sede a Delta, Seaspan Ferries trasporta rimorchi per camion, container e automotrici su traghetti semoventi e rimorchiatori integrati. Si occupa di prodotti di trasporto generale*, beni di consumo, merci regolamentate e le automobili.

Ferries Route Map – Image rights belong to Seaspan Corp

roll-on/roll-off: anche detto Ro-Ro, è un termine inglese per indicare una nave-traghetto vera e propria, progettata e costruita per il trasporto con modalità di imbarco e sbarco di veicoli gommati (sulle proprie ruote), e di carichi, disposti su pianali o in contenitori, caricati e scaricati per mezzo di veicoli dotati di ruote in modo autonomo e senza ausilio di mezzi meccanici esterni. Progettato per trasportare carichi su ruote come automobili, autocarri oppure vagoni ferroviari, i Ro/Ro a differenza delle navi mercantili standard, talvolta definite impropriamente Lo-Lo (lift-on/lift-off) che usano una gru per imbarcare o sbarcare un carico, hanno scivoli che consentono alle vetture di salire (roll on) e scendere (roll off) dall’imbarcazione quando è in porto. Generalmente sono dotate di più ponti garage collegati con rampe d’accesso e/o montacarichi.

Prodotti di trasporto generale: prende in considerazione tutto ciò che non ha una nicchia, un esempio di questo tipo di merci sono: 1. Alimenti (non refrigerati o surgelati) come ad esempio generi alimentari 2. Materiali da costruzione come mattoni, pacchi di legno. 3. Merci all’ingrosso. ad es. stock all’ingrosso per grandi magazzini (biciclette, padelle, abbigliamento)

Cantieri Navali e Bacini di carenaggio

I cantieri navali Seaspan sono una risorsa importante per l’industria marittima della regione. Le attività dell’azienda sono costituite da tre cantieri navali attualmente tutti certificati ISO 9001 per la qualità, OHSAS 18001 per la sicurezza e ISO 14001 per gli standard ambientali.

Drydock: bacino di carenaggio ( di riparazione o di raddobbo) è una struttura presente in molti porti o arsenali per permettere l’eventuale riparazione o manutenzione delle navi all’asciutto in particolare delle carene e delle altre parti dello scafo che sono poste sotto il livello di galleggiamento.

Shipyards: Cantieri navali

  1. Vancouver Drydock: Si trova in una posizione strategica sulla costa occidentale del Nord America, appena a nord del confine tra Canada e Stati Uniti, e sulla riva nord del porto di Vancouver, in acque profonde e protette. Il cantiere offre una gamma completa di servizi di riparazione di qualità e crede nell’importanza di consegnare le imbarcazioni nei tempi e nel budget. Le strutture comprendono due bacini di carenaggio galleggianti registrati Lloyds, un’officina meccanica pesante con due gru a ponte da 40 tonnellate.
  2. Vancouver Shipyards: I cantieri navali di Vancouver, originariamente incorporati nel 1902, si sono trasferiti nel 1968 dalle coste del centro di Vancouver all’attuale struttura di 40 acri costruita su misura nella North Shore. Fin dall’inizio l’azienda ha sempre operato secondo elevati standard di eccellenza costruendosi una solida reputazione per la progettazione, la costruzione, la manutenzione e la riparazione di tutti i tipi di imbarcazioni. I servizi di riparazione vengono effettuati su un ascensore marino Syncrolift con capacità di 1200 tonnellate; Le strutture del cantiere comprendono un’importante struttura per la formatura dell’acciaio, una grande sala di fabbricazione e montaggio ed un impianto di verniciatura totalmente chiuso, controllato dal punto di vista ambientale, dove intere imbarcazioni sono riparate per la preparazione e la verniciatura. Il cantiere ha anche la capacità di ammarare più navi contemporaneamente.
  3. Victoria Shipyards: I Cantieri Navali Victoria operano all’interno dell’Esquimalt Graving Dock* di proprietà federale, il più grande bacino di carenaggio commerciale a fondo solido della costa occidentale delle Americhe. I Cantieri Navali Victoria sono in grado di riparare tutti i tipi di imbarcazioni, comprese navi da crociera, pescherecci, traghetti, chiatte*, petroliere e navi militari, eseguendo un’ampia gamma di riparazioni fino alla conversione completa dell’imbarcazione.

Esquimalt Graving Dock: è il più grande bacino di carenaggio a fondo duro* non militare della costa occidentale delle Americhe.

Fondo duro: sono i più comuni, e si intendono i bacini in muratura; Sono di dimensioni importanti in quanto devono contenere una nave intera e sono ubicati nelle vicinanze di uno specchio d’acqua, con il quale posso comunicare attraverso il lato corto. Il bacino è posto al di sotto del livello del mare ed in questo modo l’imbarcazione può farvi agevolmente ingresso. La via di comunicazione con lo specchio d’acqua viene quindi chiusa attraverso una speciale paratia a tenuta stagna, denominata generalmente barca porta*

Barca porta: è una porta che può galleggiare e serve ad ostruire l’ingresso dei bacini in muratura. È composta da una serie di casse stagne che vengono allagate per affondarla nella sua sede all’imboccatura del bacino di carenaggio permettendone lo svuotamento. Svuotando le casse si fa galleggiare, una volta allagato il bacino, in modo tale da rimuoverla dalla sua sede e liberare il transito ai natanti in bacino. La tenuta stagna della chiusura è favorita direttamente dalla pressione esercitata dall’acqua esterna sulla superficie della barca porta. In seguito si elimina l’acqua dal bacino stesso, attraverso sistemi di pompe, e l’imbarcazione rimane all’asciutto, consentendo di lavorare. Al termine della riparazione si effettuano le operazioni inverse, estraendo l’acqua dalla barca porta, che diventa così galleggiante (da cui il nome di barca) e può essere trainata in posizione di sgombero per lasciar uscire l’imbarcazione.

Chiatta: è un’imbarcazione o una grossa zattera, di forma rettangolare e realizzata in legname o metallo, priva di motori ed alle volte fornita di vele. Generalmente è utilizzata per brevi percorsi come traversate di fiumi, canali e stretti o per trasporto merci (spesso materiali sciolti come terra, legname o rifiuti) oppure ancora come navetta per pendolari e turisti. 

Marine Petrobulk

Fornisce tutti i tipi di combustibile per uso bordo* alle navi che entrano nei porti di Vancouver, New Westminster, Victoria e Nanaimo dal 1980. I prodotti vengono consegnati anche a Prince Rupert e Kitimat. La Marine Petrobulk ha sede sulla riva nord del porto interno di Vancouver.

Caratteristiche:

  1. Servizio -> la flessibilità della flotta di chiatte della Marine Petrobulk consente la consegna a più navi nello stesso giorno, così come a navi da crociera e chimichiere* con limitate finestre di opportunità di ricevere carburante. Il servizio è disponibile per i clienti sette giorni alla settimana, 24 ore su 24.
  2. Qualità -> le specifiche garantite superano gli standard della norma ISO 8217 per tutti i tipi di olio combustibile, diesel marino e gasolio marino. La garanzia di qualità è supportata da un campione di gocciolamento continuo fornito ad ogni cliente da un campionatore di linea Det Norske Veritas* situato su ogni chiatta di consegna.
Image rights belong to Seaspan Corp

uso bordo: Il combustibile per uso bordo è un tipo di combustibile liquido che viene distillato in modo frazionato dal petrolio greggio. Conosciuto come olio combustibile, questo materiale può essere suddiviso in diverse categorie in base alla sua composizione chimica, alla destinazione d’uso e alla temperatura di ebollizione. Rispetto ad altri prodotti petroliferi, il combustibile per uso bordo è estremamente grezzo e altamente inquinante.

Chimichiera:  è l’evoluzione navale della classica nave petroliera, adibita al trasporto di prodotti chimici alla rinfusa. Le chimichiere sono imbarcazioni molto sofisticate, suddivise spesso in molte cisterne che permettono il trasporto di altrettanti prodotti diversi. Tutte le cisterne sono servite da pompe carico e linee per il carico e lo scarico dei prodotti chimici in modo totalmente segregato qualora fosse necessario, poiché i vari prodotti possono essere incompatibili e se messi in contatto tra loro potrebbero reagire pericolosamente o comunque trasformarsi in altre sostanze perdendo le specifiche caratteristiche. Oltre ai prodotti chimici industriali e ai prodotti petroliferi puliti, tali navi trasportano spesso anche altri tipi di carichi sensibili che richiedono un elevato standard di pulizia delle cisterne, come l’olio di palma, gli oli vegetali, il sego ( è un grasso di equini, ovini, ma soprattutto di bovini e può essere prodotto dalla raffinazione del grasso che circonda il cuore e il rognone dei bovini) , la soda caustica e il metanolo.

Det Norske Veritas (DNV): è una fondazione internazionale indipendente fondata a Oslo nel 1864. La finalità dell’organizzazione fu inizialmente quella di valutare le condizioni tecniche delle navi mercantili norvegesi. Oggi l’ente opera in numerosi settori (energetico, automobilistico, agroalimentare, finanziario, informatico, sanitario e quello delle telecomunicazioni) oltre a quello marittimo, ma la principale competenza è rimasta quella di valutare e indirizzare la gestione del rischio. Lo spirito e lo scopo della fondazione vengono dalla stessa sintetizzati nella «salvaguardia della vita, della proprietà e dell’ambiente».

APR Energy è leader mondiale nella fornitura di soluzioni di potenza temporanee per clienti governativi ed industriali in tutto il mondo. I contratti con i clienti hanno genericamente una durata tra i 12 mesi e i 3 anni, durante i quali l’azienda fornisce tutti i servizi di installazione,  funzionamento e manutenzione per il progetto nel suo complesso. I moduli Diesel e i moduli a gas naturale e le tecnologie mobili a doppia turbina di Apr Energy sono i punti forti dell’azienda insieme ai servizi di manutenzione e alle flessibili condizioni commerciali.

SOLUZIONI

ALIMENTAZIONE TEMPORANEA E DI EMERGENZA

Senza elettricità affidabile, i paesi e le industrie non possono funzionare in modo efficiente o, in molti casi, in modo sicuro; Purtroppo le centrali elettriche tradizionali richiedono anni per essere progettate, finanziate e realizzate ma la tecnologia di generazione mobile e modulare, permette di trasportare, installare e mettere in servizio una soluzione di energia elettrica “chiavi in mano” in soli 30-90 giorni, fornendo ai clienti energia elettrica affidabile per soddisfare una serie di esigenze temporanee.

Questo tipo di soluzioni sono ideali per la “riduzione” di carichi energetici (load shedding), i blackout, i brownout (cali/sbalzi di tensione) e allo stesso tempo fornire energia elettrica su larga scala, di cui c’è urgente bisogno, in poche settimane; APR Energy utilizza tecnologie all’avanguardia e processi avanzati di ingegneria, logistica, installazione,messa in servizio e funzionamento degli impianti, con lo scopo di garantire un’alimentazione affidabile ed economica per tutto il tempo che un cliente ne ha necessità. Pur utilizzando un approccio modulare e chiavi in mano, ogni impianto è personalizzato in base alla tensione, al combustibile, al sito e alle esigenze operative del cliente finale.

Load shedding o load reduction è il termine utilizzato per indicare la riduzione di carico che viene effettuata in tutto il paese come opzione controllata per rispondere ad eventi non pianificati per proteggere il sistema elettrico da un blackout totale. Mentre generalmente usiamo la parola blackout in modo generico per indicare “niente luci” nella nostra zona, un blackout su scala nazionale ha conseguenze molto più gravi, che possono verificarsi quando c’è troppa domanda e troppo poca offerta, portando il sistema elettrico in uno squilibrio – facendo scattare il sistema elettrico nella sua interezza. E’ quindi un modo distribuire la domanda di energia elettrica su più fonti di alimentazione; Una tipica fonte secondaria è costituita da generatori diesel in loco, oppure da energia solare fotovoltaica o da energia rinnovabile eolica.

SOLUZIONI DI POTENZA A LUNGO TERMINE

Come precedentemente accennato APR Energy è in grado di pianificare, costruire e gestire impianti di generazione permanenti ma con il plus di poter fornire sistemi di energia “ponte” già durante la fase di costruzione e di messa in servizio della soluzione a lungo termine. Dato che il prezzo del carburante incide il 70% per la produzione di energia elettrica, i clienti sono al ricerca di combustibile alternativi a basso costo per risparmiare denaro e ridurre allo stesso tempo le emissioni. APR Energy grazie alle proprie turbine è in grado di offrire ai clienti la possibilità di utilizzare e passare da una gamma di combustibili all’altra, in base al costo e alla disponibilità. Le turbine possono funzionare non solo con carburanti convenzionali come il diesel, ma anche con alternative a basso costo come gas naturale, GPL, LPG (gas di petrolio liquefatti), GNL (gas naturale liquefatto), etanolo, nafta e cherosene. Le soluzioni di alimentazione complete e chiavi in mano comprendono tutti i servizi di ingegneria, logistica, lavori di cantiere e civili, installazione, funzionamento e manutenzione.

ALIMENTAZIONE ELETTRICA INDUSTRIALE

Soluzioni ideali per settori industriali come quello dell’estrazione mineraria, produzione chimica, raffinazione del petrolio e gas. Essendo già di per se un costo, l’energia in questi contesti rappresenta soprattutto un rischio perchè quando si spegne, i processi complessi e le attrezzature pesanti si arrestano, danneggiando la produzione e i ricavi e mettendo a rischio anche la salute e la vita dei lavoratori. La società è esposta nelle seguenti aree geografiche: Americhe, Africa, Asia Pacifica e nel Medio Oriente

Settori

  1. Utility -> Organizzazioni pubbliche e statali (circa 30 paesi) fornisce elettricità essenziale alle case, le cliniche sanitarie, le scuole, le aziende. Sono state anche compiute operazioni di emergenza installando e ristabilendo l’elettricità dopo pochi giorni da terremoti e tsunami per aiutare a ripristinare i servizi vitali ed evitare disordini civili.
  2. Industria mineraria -> Forniscono energia dedicata e ininterrotta alle miniere situate in località remote e dotarle anche di capacità energetica supplementare attraverso fonti di energia rinnovabile come il solare, l’eolico e l’idroelettrico.
  3. Petrolio e Gas -> Supportare l’esplorazione di idrocarburi a distanza, lo sviluppo e la raffinazione dato che la scoperta di queste materie prime molte volte si verifica in luoghi remoti e lontani dalle reti elettriche.
  4. Militare -> Tecnologia scelta ed utilizzata dalla Marina Militare degli Stati Uniti; Specifica per l’alimentazione di basi remote, attività di soccorso in casi di disastri e quando necessario potenza ausiliaria per le navi quando attraccano in porti stranieri o sono schierate.
  5. Industria pesante -> In questi contesti quando l’energia si interrompe, gli impianti industriali complessi possono richiedere giorni per riavviare i loro processi e quindi bisogna ricorrere ad energia supplementare e fornire energia elettrica in loco alle operazioni industriali nel minor tempo possibile.

SERVIZI E ATTIVITÀ

UTILIZZO DI COMBUSTIBILI ALTERNATIVI

Nel settore della produzione di energia elettrica, il carburante svolge un ruolo importante e, in molti casi, può determinare il risultato nel raggiungimenti degli obbiettivi nella riduzione delle emissioni e l’abbattimento dei costi. APR Energy offre ai clienti la possibilità di utilizzare e passare da una gamma di combustibili all’altra. Le turbine possono funzionare con combustibili alternativi come il gas di petrolio liquefatto (GPL), il propano e il butano, la combustione di gas ( Flare Gas)*, la nafta, l’etanolo e il gas Low Medium BTU, oltre a combustibili più convenzionali come il gas naturale/gas naturale liquefatto (GNL) e il diesel.

Il gas flaring è una pratica che consiste nel bruciare senza recupero energetico il gas naturale in eccesso estratto insieme al petrolio, infatti risulterebbe troppo costoso costruire infrastrutture adeguate per trasportarlo nei luoghi di consumo. Il gas combusto genera una fiamma sopra le torri petrolifere.

Per l’articolo completo visitare il sito di Danilo di Salvo “Crescita Esponenziale

Che cos’è il Roi?

Che cos’è il Roi?

Nel particolare, il ROI è utile a capire la profittabilità degli investimenti societari visto che mette in relazione il risultato operativo con il capitale investito netto operativo.

La formula generale del Roi è la seguente?

l ROI è generalmente utilizzato dai proprietari dell’azienda o dagli azionisti di maggioranza di una società più che da potenziali investitori o trader. Questo perché chi si appresta ad acquistare un pacchetto di azioni, preferirà guardare al ROE che dà un suggerimento maggiore sull’utile generato agli azionisti. Tuttavia, il ROI viene sempre tenuto in considerazione vista la facilità d’uso dell’indicatore.

Il ROI infatti può essere confrontato tra quello di due o più società diverse, scegliendo così quella che presenta il valore più elevato di questo indicatore. Questo perché un ROI elevato, al di sopra del tasso medio di interesse sui debiti, sta ad indicare che per la società sarebbe profittevole prendere a prestito denaro per investirlo nell’ingrandimento dei fattori produttivi.

Viceversa, un ROI basso o inferiore al costo del denaro preso a prestito, sta a significare che la società analizzata è incapace di generare profitti dagli investimenti e nel caso si facesse prestare denaro per operare ampliamenti del business rischierebbe di erodere la remunerazione di terzi (ROE) aumentando la leva finanziaria.

Analisi gratuita Autogrill e Canopy Growth!

Analisi gratuita Autogrill e Canopy Growth!

Focus Azioni è’ un servizio in abbonamento che ho creato in risposta all’assenza di un progetto simile sul

web. Io stesso ne andavo alla ricerca ma non avendo trovato niente del genere ho deciso di crearlo da solo.

Doveva però essere ad un costo accessibile a tutti e soprattutto estremamente semplice.

E credo che 24 brevi analisi annuali a 4,99 euro al mese o 50 euro all’anno abbiano rispettato il primo

punto, per la semplicità invece giudicate voi!

Ricordate che potete disdire in ogni momento e richiedere tramite e-mail (andrea.troiani971@gmail.com)

qualsiasi chiarimento o aspetto da migliorare!

Le società di oggi:

Autogrill e Canopy Growth

AUTOGRILL

Immagine che contiene disegnando, arresto

Descrizione generata automaticamente

Due parole sull’azienda

Autogrill è il nome di una delle più grandi aziende di ristoro in Europa. Nacque nel 1977 da un’idea di Mario Pavesi (cfr. Pavesi) per la realizzazione di punti di ristoro autostradali. L’obiettivo iniziale era quello di fondere in un’unica organizzazione le unità di vendita “Autogrill Pavesi”, “Autogrill Motta” e “Autobar Alemagna” cercando di integrare le diverse attività, le diverse tradizioni e le diverse politiche commerciali. La presenza degli Autogrill “a ponte” sulla rete autostradale italiana si è consolidata nel tempo con risultati lusinghieri tanto da costruire punti di ristoro anche nei centri urbani. Per la cronaca, nel 1950 venne realizzato il primo “chiosco” Pavesi lungo l’autostrada Milano-Torino presso Novara, città del fondatore; nel 1959, invece venne realizzato il primo punto di ristoro “a ponte” sull’Autostrada del Sole presso Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). Quando nel 1977 i marchi Motta, Pavesi e Alemagna si fusero, il marchio Autogrill ha originariamente affiancato, e non sostituito, i tre marchi per evitare disorientamento nei clienti e rafforzare il concetto di catena. Una volta esaurita questa fase, la strategia aziendale è stata quella di concentrare sempre più la comunicazione sul solo marchio Autogrill per rafforzarne la riconoscibilità ed il legame con i consumatori. Il marchio di forma triangolare e composto da tre elementi uguali era il simbolo dell’avvenuta fusione.

All’inizio degli anni ’90 il mercato della ristorazione autostradale, in Italia gode di ottima salute, ed è il più grande d’Europa. Tuttavia, si fa strada in azienda la convinzione che solo uno sviluppo in altri canali e oltre i confini nazionali possa garantire ad Autogrill l’emancipazione da dinamiche troppo legate ai destini di un Paese, l’Italia, e di un canale, l’autostrada.

Ed è in questa direzione che vanno ricondotte le operazioni per mezzo delle quali entra in Francia e in Spagna, nel ’93. Nel frattempo, si è aperta in Italia la grande stagione delle privatizzazioni: nel 1995 la famiglia Benetton diventa azionista di maggioranza, e, due anni dopo, in seguito alla quotazione in Borsa, avvenuta il 1° agosto del ‘97, il Gruppo riprende con maggior forza la strategia di internazionalizzazione intrapresa pochi anni prima: tra il 1997 e il 1998 entra in Belgio, Olanda, Austria e Germania.

Per il resto dell’analisi puoi gratuitamente scaricarla qui!

Se Focus Azioni ti piace qui puoi trovare uno sconto del 10% sull’abbonamento annuale!