Seleziona una pagina
4 ETF azionari molto particolari!

4 ETF azionari molto particolari!

La crescita del mercato degli ETF ha finalmente permesso a piccoli investitori di accedere a mercati giganteschi pagando una piccolissima cifra attribuibile al costo di gestione.

Ultimamente, con la nascita di nuovi ETF, anche mercati particolari o comunque di difficile accesso stanno per diventare accessibili a tutti noi.

Nel post di oggi ho riportato 3 ETF che possono farci accedere ad aree geografiche quasi mai utilizzate nei portafogli generici.

Partendo dall’Africa, passando per il Canada e arrivando ai paesi dell’est europa possiamo diversificare il nostro portafoglio e magari andare a prendere quel piccolo extra rendimento rispetto ai classici indici di riferimento.

Lyxor Pan Africa : LU1287022708✅

L’indice SGI Pan Africa replica i 30 più grandi titoli azionari quotati in Africa o attività prevalentemente esposte in Africa. L’indice si espone in modo equo a tre zone ed i suoi più grandi componenti possono avere al massimo un peso pari al 10%: Sudafrica, Nord Africa incluso il Marocco e l’Egitto e l’area Sub sahariana ad esclusione del Sudafrica.

Caratteristiche:

  • Ter (indicatore sintetico di spesa) : 0,85%
  • Politica di distribuzione: Accumulazione
  • Dimensioni: 40 Milioni di EUR
  • Valuta dell’ETF: EUR
  • Esposizione geografica:

iShares MSCI Canada UCITS ETF : IE00B52SF786✅

L’indice MSCI Canada replica i più grandi e liquidi titoli azionari canadesi.

Caratteristiche:

  • Ter (indicatore sintetico di spesa) : 0,48%
  • Accumulazione
  • Dimensioni: 1058 Milioni di EUR
  • Valuta dell’ETF: USD
  • Esposizione settoriale:

Lyxor MSCI Eastern Europe ex Russia : LU1900066462✅

L’indice MSCI Emerging Markets Eastern Europe ex Russia replica società dei mercati emergenti dell’Europa dell’est a grande e media capitalizzazione. Sono esclusi dall’indice titoli azionari russi.

Caratteristiche:

  • Ter (indicatore sintetico di spesa) : 0,50%
  • Politica di distribuzione: Accumulazione
  • Dimensioni: 181 Milioni di EUR
  • Valuta dell’ETF: EUR
  • Esposizione geografica: Polonia 66%, Ungheria 22% e Repubblica Ceca 10%.

Seguimi sui miei canali social!

Instagram, Facebook e You tube.

LA TRAVAGLIATA ARTE DELLA PAZIENZA

LA TRAVAGLIATA ARTE DELLA PAZIENZA

La parte più difficile nel mondo degli investimenti azionari è sicuramente l’attesa.

Quel momento in cui le azioni in portafoglio sono in rosso, la borsa scende, il futuro è molto incerto e c’è dietro l’angolo la possibilità di una crisi e un forte rallentamento economico.
Ansia, paura e agitazione regnano sovrane, ci sembra di lavorare male o di avere sbagliato le scelte.
Ma la verità è che nessuno sa dove andrà il mercato, ne tanto meno dove si dirigeranno le grandi economie mondiali, eppure gli investitori sono sempre li ad aver capito quando ci sarà la prossima crisi.
Nei miei 4 anni di investimenti ho passato molto tempo con le borse in negativo a volte di quasi 20 punti percentuali portando a casa sempre performance a doppia cifra, ma non sarà sempre così, è possibile in questo mondo e con questo modello d’investimento che si rimanga con il proprio portafoglio in rosso per periodi superiori all’anno.

Ma questo deve essere accettato e non temuto, poiché è una parte fondamentale dell’investimento, soprattutto perchè senza calo non si avrebbe la possibilità di un acquisto a prezzo scontato.

E qual’è allora l’unica cosa da fare?

Essere pazienti, studiare e esternare le emozioni.
Non è facile lo so ma è a questo che mi sto preparando, ci penso tutti i giorni.
La gestione di un grosso calo azionario potrebbe farci commettere errori come vendite in perdita di azioni senza le giuste valutazioni.

Ve lo ricordate Lennart Israelsson il ferroviere che investiva in’azioni?

Quando le borse crollavano lui faceva semplicemente una cosa: teneva duro e reinvestiva i dividendi.

E se un uomo senza una preparazione “accademica” e con una capacità di gestione emotiva nella media è riuscito a gestire situazioni del genere, allora possiamo farcela tutti se rimaniamo calmi e ragioniamo con mente fredda sulle questioni!

Il Value Investing

Il Value Investing

Il Value investing è una tecnica e una filosofia d’investimento ipotizzata per la prima volta da Benjamin Graham.

Essa consiste nella pratica di acquistare ad un prezzo di sconto rispetto al valore intrinseco pacchetti di quote di società quotate. Per valore intrinseco si definisce l’effettivo valore dell’azienda a prescindere dalle variazioni di mercato. Motivo per cui gli investitori Value non accettano la definizione di mercato efficiente o almeno non accettano che questa teoria valga in ogni instante e in qualsiasi situazione economica (vedi le bolle azionarie o i crolli improvvisi).

Altro concetto chiave di questa strategia è il margine di sicurezza: la differenza minima che deve esserci tra il prezzo di entrata e il valore intrinseco, esso serve a limitare l’effetto di eventuali errori nella valutazione dell’azienda.

Esistono poi molti modi di approcciarsi al Value Investing.

Quello che preferisco consiste nell’acquisto di azioni di società che posseggono un vantaggio competitivo o che abbiano una situazione vantaggiosa nel mercato di riferimento, l’acquisto spesso e volentieri però non ha lo stesso grado di sconto rispetto ad operazioni esclusivamente basate sulla differenza prezzo/valore (value investing puro), poiché trovare società eccezionali a prezzi molto vantaggiosi è raro

Tornando a noi qualsiasi sia l’approccio, l’investimento Value è una vera e propria filosofia di vita che ha lo scopo di formare l’investitore dal punto di vista operativo ma anche emotivo.

Come disse una volta Benjamin Graham : “Il nemico numero uno per un investitore non è il mercato ma se stesso”

 

Il nuovo ma vecchio blog

Il nuovo ma vecchio blog

Ciao a tutti come avrete notato ho creato il mio nuovo sito, arricchendo così il mio lavoro, dando la possibilità di usufruire di alcuni servizi e di iniziare a poter offrire consulenze del tutto autonomamente a tutti voi.

Lo stile del blog rimarrà sempre lo stesso, parlerò sempre del Value Investing e dell’analisi delle società quotate.

Sperando di migliorare sempre di più la parte relativa alla “forma degli articoli”, in modo tale da renderli più fluidi e semplici. Caricherò anche gli articoli che ritengo più significativi dal vecchio blog ma, potete sempre trovarli cliccando sotto ultime News o qui.

Il blog vuole essere sempre e comunque staccato dalla parte relativa al mio lavoro poiché anche chi non è interessato a quello deve avere la possibilità di passare qualche minuto a leggere i miei post. (sempre se ovviamente interessato!).

Ci tenevo infine a ringraziarvi tutti anche solo per aver letto un articolo, messo un mi piace o condiviso un post, per me è stato molto importante. Grazie

Un saluto Andrea Troiani